Questo ciclo di opere del 2018 - 2019 sono realizzate su carta 300 g e misurano 13 x 30,5 cm. Raccolgono esperienze grafiche sulla scrittura di paesaggio. Le "parole" sono quelle perdute, quelle annullate e quelle taciute, le parole insensate e quelle dolorose. Queste sono le parole seminate e quelle raccolte, quelle seccate e quelle marcite. Ogni sillaba si perde nel germoglio semantico, la terra accoglie ogni pastura vitale restituendo visioni.